Tre ingressi da non mancare a Budapest

Se si viene a Budapest, anche per pochi giorni, ci sono delle cose che proprio non vanno perse. La lista potrebbe essere molto più lunga, ma per ora ci fermiamo a tre luoghi da visitare dall’interno. Solo tre in maniera che anche i turisti del “mordi e fuggi” possano farci un pensierino.

1- Il Parlamento. Edificio imponente che ci ricorda la storia gloriosa d’Ungheria. Il secondo parlamento più grande d’Europa, quando fu costruito era l’edificio amministrativo più grande al mondo. Il Parlamento bisogna vederlo dall’esterno, in tutta la sua grandezza, ma anche dall’interno. Così si possono scoprire le sue 152 statue, le bellissime sale decorate dai più rinomati artisti dell’epoca, e soprattutto si può ammirare la Corona di Santo Stefano, simbolo statale per eccellenza dell’Ungheria.

La visita al Parlamento dura 45 minuti. Le visite in italiano partono alle 10.15; 13.15; 14.15 e 15.30.

Il costo del biglietto è di 2.200 HUF, per chi ha meno di 24 anni 1.200 HUF e gratuito per chi ha meno di 6 anni.

I biglietti si comprano sul sito ufficiale: ww.jegymester.hu. Non acquistate i biglietti da altri siti perché vi fanno tariffe maggiorate, alcune volte il doppio. Acquistare il biglietto dal sito ufficiale è molto semplice!

Come arrivarci: fermata della metro rossa Kossuth, oppure fermata del tram n.2 Országház. L’ entrata per i visitatori è sul versante nord.

corona
La Corona d’Ungheria

2- La Chiesa di Mattia. Bellissima chiesa in stile neo-gotico contornata dal Bastione dei Pescatori si trova nella collina di Buda in una delle piazze più belle della città. E’ assolutamente da visitare per scoprire l’ambiente unico che si respira all’interno, con la Madonna Nera di Loreto, i numerosi affreschi e le bellissime vetrate colorate. Al piano superiore c’è una mostra sulle maioliche utilizzate per il tetto e sugli strumenti ecclesiastici. Sempre al piano superiore è possibile vedere una statua della Principessa Sissi.

Orario di apertura dalle 9.00 alle 16.30/17.00.

Costo del biglietto 1.500 HUF a persona, 1.000 HUF per studenti/pensionati, gratuito per chi ha meno di 6 anni.

Come arrivarci: prendendo il bus numero 16 da piazza Deák Ferenc a Pest oppure dalla fermata della metro rossa Széll Kálmán tér.

matyas
La Chiesa di Mattia

3- La Casa del Terrore. E’ il luogo ideale dove confrontarsi con la tragica storia ungherese del Novecento: fascismo, comunismo e olocausto. Il museo è stato aperto nel 2002, ed ancora oggi è al centro di numerosi dibattiti tra gli storici su come viene esposta la storia ungherese, però è un luogo assolutamente da visitare. L’edificio si trova sul viale Andrássy al numero 60, lo stesso edificio ha ospitato prima la polizia politica fascista e poi quella comunista. Nei sotterranei si trovano le stanze più toccanti, dove venivano torturati e giustiziati i prigionieri. E’ un museo “moderno”, innovativo con esposizioni ricche di suoni e luci. Di fronte al palazzo è possibile trovare un pezzo del muro di Berlino donato all’Ungheria dal governo tedesco. Particolarmente imponente il carro armato sovietico, un T-34, che si trova nella corta interna.

Orario di apertura dalle 10.00 alle 18.00, chiuso il lunedì.

Costo del biglietto intero 2.000 HUF, ridotto 1.000 HUF.

Come arrivarci: con la metro gialla fermata Vörösmarty, oppure con il tram 4-6 fermata Oktogon.

terror
L’interno della Casa del Terrore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...